Abu Dhabi
EMIRATI ARABI MEDIO ORIENTE ORGANIZZAZIONE VIAGGIARE CON BAMBINI

Alla scoperta degli Emirati Arabi, dove e cosa fare in 6 giorni

Skyline Dubai

Partiamo alla scoperta degli Emirati Arabi per un viaggio di 6 giorni. Di seguito alcune informazioni relative al nostro recente viaggio.

Il tempo a disposizione non era molto ma è stato comunque sufficiente per farci scoprire questo splendido paese. Non ci siamo soffermati solo su Dubai  ma abbiamo voluto scoprire qualcosa di più anche degli altri Emirati. Questo viaggio alla scoperta degli Emirati Arabi è stata l’occasione per portare i nostri figli fuori Europa per la prima volta

Lascio un po’ di informazioni utili e a grandi linee il nostro itinerario approfondito nei singoli post 🙂

ARRIVARE: volando su Dubai si può prendere un volo diretto  con la compagnia di bandiera  Emirates della durata di circa 6 ore da diversi aeroporti italiani. Tante altre compagnie prevedono una scalo in città europee. Con lo scalo il volo è più conveniente ma bisogna effettivamente valutarne la comodità soprattutto se si viaggia con bambini.

VISTO: ai titolari di passaporto italiano viene concesso un visto turistico gratuito per 90 giorni. 

Tutte le informazioni aggiornate sul sito viaggiare sicuri della Farnesina. 

TRASPORTI LOCALI:  ci sono due linee della metropolitana , la linea principale che raggiunge più punti attraversa la città dividendola in due. Una volta in stazione le distanze non sono sempre brevi da percorrere e conviene utilizzare i taxi per raggiungere la meta finale.

Noi abbiamo noleggiato un automobile in quanto avevamo in programma diversi spostamenti. A differenza di quanto letto non abbiamo trovato particolare traffico o difficoltà nel muoverci. Le principali attrazioni dispongono di parcheggi.

DORMIRE: la scelta è la più varia sia come tipologia di struttura che di servizi offerti. In base al tipo di vacanza che si vuole fare una zona può essere preferibile all’altra. Noi abbiamo soggiornato a Bur Dubai in un aparthotel con colazione. 

MANGIARE: la cucina è la più varia. Molti locali internazionali con cucina europea, ristoranti indiani, fast food , bar e locali vari. Per tutte le tasche. Noi abbiamo sempre trovato porzioni abbondanti.

MARE: a Dubai si trova sia la spiaggia pubblica che attrezzata. Ci sono diversi resort con la propria spiaggia. Noi abbiamo scelto di spostarci sulla costa che affaccia sul golfo dell’Oman per fare gli ultimi giorni di relax. Località Dibba nell’emirato di Fujairah. 

ESCURSIONI: sono tra le più varie, nei vicini Emirati come ad Abu Dhabi, la città di Al Alain, etc che possono essere effettuate in autonomia spostandosi con i pullman gran turismo o anche con agenzie locali. Per altre escursioni come quelle nel deserto è consigliabile affidarsi a personale specializzato  che anche gli hotel possono consigliarvi.

PARCHI DIVERTIMENTO: ce ne sono diversi, da Legoland ai parchi acquatici, con prezzi vari. 

Tute queste informazioni le potete trovare qui

IL NOSTRO VIAGGIO 

 Giorno 1- 25 aprile 

Alla scoperta degli Emirati Arabi

Siamo arrivati a Dubai di primo mattino dopo un volo notturno con Emirates. Ritirata l’auto prenotata dall’Italia  raggiungiamo l’hotel a Bur Dubai con parcheggio interno,  piscina (aspetto che non ho mai ritenuto fondamentale ma è stata una manna in questo caso), servizio ristorazione e navetta per la nuova spiaggia di La Mer. 

Dopo un’oretta di riposo e cambiati con vestiti più leggeri, crema solare, occhiali e cappello ci siamo dedicati alla visita di Bur Dubai e Deira.  Rientrati in hotel nel tardo pomeriggio abbiamo subito usato la piscina per rinfrescarci e per cena ci siamo spostati a Marina walk.

Giorno 2 -26 aprile

B495F00C-BEAF-4C44-A94B-F390C5EA9587

Dopo colazione abbiamo raggiunto in auto il Miracle garden, tappa alla spiaggia libera e non attrezzata vicino al Burj Al Arab per qualche foto. Rientro in hotel per un bagnetto e poi escursione pomeridiana/serale nel deserto 

giorno 3 – 27 aprile 

Selfie al Burj Khalifa
Selfie al Burj Khalifa

Oggi  giornata al fresco !😅 con l’aria condizionata intendo! Avevamo prenotato da casa con anticipo il biglietto combinato per il burj khalifa e per l’acquario il cui ingresso è per entrambi all’interno del Dubai mall. Abbiamo continuato visitando la parte di fronte del centro commerciale, il souk, con architettura araba  e  assistito allo spettacolo delle fontane.

Giorno 4 – 28 aprile 

 Abu Dhabi con la grande moschea

Giornata dedicata ad Abu Dhabi con la moschea del grande sceicco.  Heritage Villagge, corniche. Rientro a Dubai, relax in piscina con la merenda offerta dall’hotel e serata a Madinath Jumeirah.

Giorno 5 – 29 aprile

Alla scoperta degli Emirati Arabi

Check out, passaggio veloce alla spiaggia di La mer, riserva dei fenicotteri e spostamento a Dibba per due giorni di relax al mare.

Giorno 6 -30 aprile -Alla scoperta degli Emirati Arabi : DIBBA

Alla scoperta degli Emirati Arabi

Relax al mare nella località di Dibba in un resort internazionale sulla spiaggia. Da fine aprile si trovano ottime promozioni cominciando la bassa stagione per via delle temperature in aumento 

Giorno 7- 1 maggio

Rientro a Dubai con volo pomeridiano diretto destinazione Malpensa. Il volo diurno non è pesato avendo avuto un buon intrattenimento a bordo. Questo viaggio alla scoperta degli Emirati Arabi ci ha entusiasmato. Non vediamo l’ora di scoprire l’intera penisola arabica ed il medio oriente.

Per qualche consiglio sui voli intercontinentali con bambini leggete qui

34 thoughts on “Alla scoperta degli Emirati Arabi, dove e cosa fare in 6 giorni

  1. Che bello il mare! ottima idea perche non e’ troppo lontano in aereo ed un atmosfera ben diversa da quello che puo essere andare nel mediterraneo..da sola non credo che sia troppo ideale viaggiare li.. pero non lo escludo per niente.. sarebbe una piccola sfida per me!

  2. che brava, in molti si fermano solo a Dubai ma anche Abu Dhabi merita un giro, la moschea è sorprendente.. vedo che anche tu ti sei conciata con il velo! Anche io quando ci sono andata, ma era giugno e faceva un caldo assurdo. Comunque Dubai e Abu Dhabi mi sono piaciute, diverse fra di loro. E quanto è stato bello lo spettacolo delle fontane danzanti? Hai fatto un bellissimo viaggio, nel periodo ideale per gli Emirati. Complimenti, una settimana di non solo mare 🙂

  3. Non pensavo si potesse fare un itinerario così articolato andando a Dubai…. Buono a sapersi. Anche perché si trovano abbastanza offerte quindi dovrebbe essere un viaggio non proprio low cost ma neanche carissimo, o sbaglio?

    1. più economico di quel che si pensa perchè l’offerta è molto ampia e sia per alloggi che ristoranti puoi optare per diverse fasce di prezzo pur avendo ottimi servizi. Come in tutto il mondo gli ingressi alle attrazioni sono costosi ma rimangono nella norma (poi varia da attrazione ad attrazione).

  4. Sono incuriosita da questa meta. Non credevo ci fossero molte cose da vedere. Ho sempre sentito parlare le mie amiche che ci vanno a fare shopping nei giganteschi Mall. Ma così, sembra decisamente più interessante.

    1. originariamente ero dubbiosa anch’io ma volevo una meta non troppo lontana ed al caldo. Studiando, informandomi e vivendola ho avuto sensazioni molto diverse da tanti racconti che avevo letto. noi piuttosto che su parchi acquatici e centri commerciali ci siamo maggiormente soffermati su altro, deserto e anche mare sulla costa opposta

  5. sono stata a Dubai a Dicembre 2013 e mi è piaciuta un sacco. Dal tuo racconto capisco che è cambiata ancora..quindi non mi resta che tornare una seconda volta, magari in occasione del’Expo 2020.

  6. Ultimamente sto scoprendo che Emirati Arabi non significa solo grattacieli enormi e caos. Mi piace sempre leggere delle esperienze reali perchè aprono una finestra di verità su ciò che si sente dire. Ad esempio anche io credevo che il traffico fosse tremendo, dal tuo racconto invece ho capito che non è così terribile come lo descrivono. E i tuoi suggerimenti pratici sono davvero utili. Grazie mille!

    1. grazie! Le strade sono molto ampie, la principale che divide in due la città è 5 corsie per senso di marcia, di gente ce n’è ma da come avevo letto addirittura su alcune guide mi ero preoccupata. Si scorre! Quando a volte si sta fermi per alcuni minuti non è il traffico ma i semafori perchè spesso si incontrano strade che ne hanno 7/8 e ovviamente devono essere tutti alternati 🙂

    1. La vita ed anche gli hotel sono molto più abbordabili rispetto a quanto si pensi perché l’offerta è ampia e gli standard sono elevati. A meno che si voglia fare un’esperienza al top è senz’altro fattibile con costi ragionevoli.Ciò che ha costi fissi sono le attrazioni ma quelle sono abbastanza costose quasi ovunque

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top