Santorini, cosa fare e visitare

Dopo avervi presentato il nostro itinerario alla scoperta delle isole Cicladi vi parlo di Santorini, la prima isola visitata ed in cui siamo giunti via aerea. Sono passati diversi anni , fine luglio 2005, ma ancora ho dei bellissimi ricordi. Arrivati via Atene in tarda serata è venuta a prenderci la titolare dell’albergo che avevamo prenotato a Kamari, una località turistica balneare tra le più note per la sua comodità con una moltitudine di servizi e una bella spiaggia. L’albergo  ben pulito con una piscina  includeva la colazione, ricordiamo entrambi le ciotole di terracotta come di nutella 😂. Ci siamo trovati bene.

1D90CF70-88DD-400E-A0EE-AE9D01A91E81

La spiaggia è ciottolosa e, salvo accuse eccezioni di cui vi parlerò a breve, scura. Santorini è un isola di origine vulcanica, si è staccata dalla caldera durante il terremoto del XVI secolo.

Santorini è un’isola da visitare, raggiungerla per fare esclusivamente vita di mare sarebbe un peccato, la mattina seguente abbiamo subito noleggiato un motorino per visitarla tra il lungo ed il largo.

In poco meno di una settimana abbiamo alternato momenti di mare a momenti dedicati alla visita e scoperta del territorio.

E680B35A-C474-449F-B257-1E876D7B2280

SCAVI DI AKROTIRI

Segnalato tra i maggiori siti archeologici del mar Egeo. Si trova a circa 9 km di distanza da Fira.

Il biglietto ha un costo di :

12 € adulti

6€ ridotto

Inverno:
(1 novembre – 31 marzo 2018)
08.00 – 15.00 martedì – domenica

Estate:
(4 aprile – 31 ottobre 2018) Il sito archeologico sarà aperto tutti i giorni dalle 08:00 alle 20:00 e il giovedì dalle 08:00 alle 15:00

 

3C0F9D6D-48C5-4038-949D-01589AF423E0

RED BEACH

Spiaggia di sabbia rossa  vicina al villaggio di Akrotiri ; è  una cala racchiusa tra le scogliere. Dal parcheggio occorre percorrere un sentiero tra le rocce  per circa 10 minuti. Ha indubbiamente il suo fascino

AAB2A39E-4376-492C-8EBD-1F418A9D6B58

OIA

Situata a nord sull’estrema punta dell’isola si trova la cittadina più famosa dell’isola, ovunque se ne parla e soprattutto si parla dei suoi tramonti da favola. Si gode un bellissimo panorama sul vulcano. Le case sono in calce bianca, diversi sono i particolari delle stesse di cole azzurre come le cupole delle chiese. Ricordo il profumo ed il color fucsia delle buganville. Punteggiano un paio di mulini a vento.

B06ED263-B019-4A82-97B5-7026F2A76526

FIRA

Capoluogo dell’isola è un cittadina molto turististica, già allora  c’era un’ampia scelta di hotel  e ristoranti. I colori tipici dell’isola predominano anche qui.

E25CB085-9A99-41D7-A7FA-3CD2E7F03959

ESCURSIONI IN BARCA

Assolutamente da non perdere l’escursione in barca che porta a visitare la caldera del vulcano e Therasia, Aspronisi, Kameni, Nea Kameni , Palea Kameni. Un gruppetto di isole circostanti. L’offerta è varia , l’escursione che abbiamo scelto con navigazione in caicco  ha previsto  l’attracco alla caldera con salita in autonomia al vulcano ( consiglio scarpe chiuse da ginnastica), un paio di soste in rada per il bagno , l’attracco a Thirassia dove  ci sono alcune taverne per poter pranzare.

 

IMMERSIONI

Mio marito aveva partecipato ad una gita giornaliera in partenza dalla spiaggia di Kamari. Io avevo speso il mio tempo in spiaggia in pieno relax.

 

Noi abbiamo speso il nostro tempo visitando anche altre spiaggie e paesini meno noti. Tutto questo girando sempre con il motorino. Le località elencate sopra sono ciò che non va perso se avete pochi giorni a disposizione.

Isole Cicladi, le perle dell’Egeo

F90B644E-74E6-4230-A0F7-1B1518495CC7

Le vacanze estive sono alle porte ed una delle perle del mediterraneo dove poter trascorrere una vacanza di mare e non solo è la Grecia.

Per la nostra prima volta in Grecia abbiamo scelto le Isole Cicladi. Il nostro viaggio risale a parecchi anni fa, 2005, è stata la nostra prima vacanza da fidanzati ed allora raggiungerle e spostarsi ha richiesto un po’ più di impegno. Non esisteva il volo internazionale diretto proveniente dall’Italia, le low cost non avevano ancora preso piede ed i biglietti erano cartacei.

Il nostro volo è partito da Milano con la compagnia greca di bandiera, ha fatto scalo ad Atene e da lì siamo ripartiti per Santorini che è stata la nostra prima tappa.

Spostandoci in traghetto abbiamo poi raggiunto Paros, la seconda tappa, Naxos, terza tappa, ed infine Mykonos da cui siamo poi ripartiti per rientrare a Milano, sempre facendo uno scalo.

Viaggiando in piena estate ci era stato consigliato di acquistare i biglietti dei traghetti in anticipo, così abbiamo fatto e la compagnia ce li aveva spediti a casa ( è quasi impensabile ora!) Io ero alle prime armi con l’organizzazione dei viaggi fai da te. Non è stato complicato anche se ho impiegato sicuramente più tempo di quello che utilizzerei ora.

DF0B1B61-A9A1-4767-84BA-1598CAD385B9

SANTORINI: famosa nel mondo per le sue case bianche, le cupole blu delle chiese e le due città arroccate sulle scogliere Oìa e Fira da cui si gode uno splendido tramonto.

L’isola fu completamente distrutta da un terremoto nel XVI secolo che ne ha mutato la  conformazione. Ha spiagge nere, rosse e chiare. Di fronte a lei si trova la caldera del Vulcano

7C1B2E77-1017-4DD2-8E02-1AC907B0BD64

NAXOS: per fare mare è stata la mia preferita con spiagge lunghe di sabbia. L’interno è verdeggiante e ricco di ulivi.

Accoglie sull’isola la Portara, un tempio greco. E’ l’isola più grande delle Cicladi

9D75B07E-B6DD-4435-81DD-21814DD3F234

PAROS: ideale per fare mare, tante spiagge e diversi locali e ristoranti

53C8FDC0-8F1E-4166-B3AC-78D0824A4B0D

MYKONOS: famosa per la vita nottura, locali e discoteche. Caratteristica la parte che si affaccia a picco sul mare, chiamata piccola Venezia.Famosi i mulini a vento.

DELOS: raggiungibile in battello da Mykonos è tra i più importanti siti archeologici della grecia. Patrimonio UNESCO è secondo la mitologia il luogo di nascita di Apollo ed Artemide.

Per essere utile riporto le informazioni attuali, aggiornate ad oggi.

COME RAGGIUNGERLE: partono voli diretti dall’Italia sia su santorini che su Mykonos, altre isole come Naxos dispongono invece di aeroporti nazionali. Per chi non ama volare si possono utilizzare i traghetti in partenza dai porti italiani che raggiungono Atene e da li con altri traghetti si può proseguire il viaggio.

Tra un isole e l’altra ci si sposta in traghetto.

DORMIRE: la grecia è sempre stata nota per i molteplici affittacamere, si trovano piccoli studios con a disposizione anche una micro cucina (fornello e frigorifero), alberghi, ville.. l’offerta è ampia e dipende dal budget che si vuol spendere

A37A7238-F2BE-4B08-8282-5FF5C083C0CE

MANGIARE: i prezzi dal nostro viaggi essendo passati parecchi anni saranno sicuramente aumentati ma il costo per un pasto al ristorante era medio basso rispetto a Milano.

SPOSTAMENTI: pullulano i noleggi di motorini/ scooter. Sicuramente noleggiano anche auto. In questo caso valutare se conviene affittarle da casa od in loco.