Londra, istruzioni low cost

londra lowcost

Questa primavera siamo partiti per un week lungo con i bambini. Per loro era la prima volta: un viaggio itinerante spostandoci con i mezzi pubblici all’estero (non li usiamo di abitudine a casa). Eravamo incerti sulla destinazione e uno dei criteri di scelta è stato  una città che offrisse tutto e che  entrambi avessimo già visto per evitare di stressarci cercando di vedere più cose possibili, cose che con bimbi,  2 anni e mezzo e 4 e mezzo, bisogna tenere ben a mente per evitare di rovinarsi una vacanza. Siamo partiti sabato e rientrati mercoledì, 3 giorni pieni. L’itinerario e ciò che abbiamo fatto ve lo racconterò più dettagliatamente in un altro post ora vorrei dare qualche indicazione sul viaggiare in famiglia in una città notoriamente costosa .

Alloggio: in coppia ci si adatta di più, poco importa dell’albergo o di dove si alloggia perché si sta in giro il più possibile  e pasti non rappresentano un problema. La scelta che per noi si e  rilevata azzeccatissima è stata di un appartamento che ci offriva spazi più grandi, possibilità di consumare la colazione a casa, prepararci spuntini  da consumare durante la giornata o anche la cena. Abbiamo utilizzato airbnb  che propone svariate soluzioni. Noi abbiamo scelto un appartamento in zona 2  vicino all’overground  dotato di lavatrice e asciugatrice oltre che altri confort.  Ciò  ci ha permesso di portare una sola valigia in 4  da imbarcare, viaggiando low cost non è un aspetto trascurabile. Per i trasporti pubblici come metropolitane, autobus , treni i bimbi possono o meno pagare a seconda dell’età. I nostri figli hanno viaggiato gratuitamente.

Spostamenti: abbiamo utilizzato il treno malandata da Gatwick e al ritorno il Gatwick express ( all’andata era fermo per manutenzione). Questa opzione  ci ha permesso di usufruire del 2×1, acquisto di biglietti per diverse attrazioni (1 biglietto omaggio a fronte di 1 acquistato). Noi abbiamo utilizzato questa opzione per la Torre di Londra e la City cruise in battello. Vi erano disponibili coupon per il London Eye, Westmister, St. Paul, l’Acquario. Basta stamparli e presentarli in biglietteria con il bigliatto di andata e ritorno del treno. Ci sono tutti i dettagli e le condizioni  di utilizzo sul sito.

Musei/Attrazioni turistiche:  tanti musei sono gratuiti sia per gli adulti che per i bambini, abbiamo visitato quello di Storia Naturale. Altre attrazioni hanno biglietti gratuiti o scontati secondo l’età.

Sky Garden:  un grattacielo con un rooftop davvero carino, c’è un bar ed un ristorante. L’ingresso è gratuito senza obbligo di consumazione, bisogna prenotare sul loro sito indicando il giorno e la fascia oraria. Se vi è disponibilità ti fanno accedere senza prenotazione. Le date sono disponibile 15/20 giorni prima. Io ho consultato il sito quotidianamente per riuscire a prenotare. La coda è pressoché assente, ci sono controlli di borse e metal detector.

La vista è buona e se i bimbi si stufano o voglio scendere subito non hai pagato nulla 😉

Mangiare:  si trova di tutto e per tutte le tasche, tanti ristoranti e locali tipici propongono porzioni per bambini, i miei hanno gradito tantissimo i fish&chips di Poppie’s .  Per pasti veloci o spuntini anche la catena Pret a Manger che si trova quasi ovunque  e propone cibo sano, fresco , frutta, etc.. L’acqua meglio chiederla in caraffa (tap water).

Spero queste poche indicazioni vi siano utili! Qui trovate il seguito con l’itinerario