ITALIA LOMBARDIA SVIZZERA VIAGGI

Trenino rosso del Bernina in inverno

 

 

Dopo essere saliti a bordo del trenino più famoso d’Europa nel giugno 2017 durante la stagione estiva abbiamo finalmente provato l’esperienza invernale.

Partendo con il trenino rosso del Bernina in inverno lo scenario è completamente diverso, al posto dei verdi prati abbiamo incontrato distese di neve, cascate ghiacciate e laghi completamente ricoperti da neve e ghiacci.

 

 

L’intera tratta che da Tirano raggiunge St. Moritz è riconosciuta dall’Unesco come patrimonio mondiale, il treno  raggiunge agevolmente i 2253 metri sul livello del mare alla fermata Ospizio Bernina. Tra la fermata di Ospizio Bernina e Tirano  viene superato il dislivello di 1824 metri su una distanza orizzontale di 22 km.

Di seguito la mappa che indica le fermate principali, altre sono su richiesta (basta premere un pulsante prima di raggiungere la fermata).

 

Senza dubbio c’è l’imbarazzo della scelta tra le fermate in cui sostare.

Alp Grum

Un’esperienza particolare potrebbe essere quella di fermarsi ad Alp Grum  e pernottare a 2091 m, l’edificio eretto nel 1923 ospita un ristorante  e una locanda con nove stanze.

Per chi effettua una gita giornaliera è comunque una splendida sosta per ammirare il panorama e/o consumare un pasto con “vista”.

Bernina Diavolezza e Lagalb

 

Punto di sosta per gli sciatori. Sono presenti, ad entrambe le fermate che distano un paio di minuti di treno tra loro, gli impianti di risalita ai ghiacciai. Nel 1956 fu inaugurato l’impianto che sale al Diavolezza mentre nel 1962 quello per Lagalb.

Noi ci siamo fermati alla prima fermata per poi raggiungere il Diavolezza. Nonostante amiamo sciare questa volta abbiamo fatto i pedoni.

St. Moritz

Punto di partenza o di arrivo della tratta  è tra le destinazioni più note a livello mondiale per il lusso e la mondanità. Grazie al nuovo sottopasso il lago  è facilmente raggiungibile dalla stazione.

Per i bimbi camminare sul lago ghiacciato è stato davvero sorprendente. Se la sosta è un po’ più lunga si può visitare anche la città

Quale treno scegliere

 

Come già vi avevo raccontato è possibile scegliere tra il treno panoramico , Bex, che ha vetrate particolarmente ampie e il treno regionale che offre ugualmente un’ottima visuale ed ha il vantaggio di poter aprire il finestrino per scattare fotografie senza riflessi.

Prezzi

I prezzi in vigore per l’intera tratta,Tirano-St. Moritz, espressi in franchi svizzeri CHF, sono i seguenti:

1^ classe:

56 CHF solo andata

112 CHF andata e ritorno

2^ classe:

32 CHF solo andata

64 CHF andata e ritorno

I bambini fino a 6 anni non compiuti viaggiano gratuitamente, dai 6 anni ai 16  non compiuti c’è una riduzione del 50%.

Il supplemento per il treno panoramico bex varia  a seconda della stagione dai 10 ai 16 franchi a persona.

Per acquistare i biglietti e per fare un preventivo esatto questo è il sito ufficiale. Per il Bex il posto è riservato.

Inverno o estate?

Gli scenari sono talmente diversi che in assoluto non c’è una “versione” più bella dell’altra. L’inverno con la neve ha il suo fascino ma in estate si può fare escursionismo e raggiungere diversi sentieri.

Dopo aver viaggiato in entrambe le stagioni posso consigliarvi di provare entrambe le esperienze 🙂

Documenti necessari

Oltre al biglietto di viaggio  è necessario avere con se un documento valido per l’espatrio, carta di identità o passaporto. Questo anche per i bambini di qualsiasi età.

Speciale family

Segnalo per le famiglie  un’offerta speciale valida la prima domenica del mese per viaggiare a 29 CHF. E’ necessario prenotare con anticipo. Sul sito ufficiale  trovate i dettagli e le date ancora disponibili. L’offerta potete prenotarla direttamente dal link che vi ho indicato.

 

Per noi è stata una bellissima esperienza, i bimbi si sono divertiti molto, lo stupore maggiore è stato il cambio di panorama in così poco tempo, per i bimbi più piccoli consiglio di organizzarsi con un piccolo intrattenimento come qualche album da colorare etc.. L’intera tratta ha un tempo di percorrenza di circa 2 ore e dieci minuti. I miei si sono divertiti a guardare fuori dal finestrino e a scattar fotografie. Sulla mappa seguivano l’intero itinerario contando le fermate 🙂

Ringrazio le Ferrovie retiche per la splendida esperienza.

 

27 thoughts on “Trenino rosso del Bernina in inverno

  1. Ho seguito il tuo viaggio sui social e adesso mi ritrovo qui a leggere questo post…devo dire che lo aspettavo per capire meglio il percorso e i prezzi. Mi piacerebbe moltissimo fare un’esperienza del genere!

  2. Mai preso questo treno (in Svizzera ci bazzico poco) ma ne ho sentito parlare diverse volte ed è un’esperienza che prima o poi voglio fare anche se i prezzi mi sembrano abbastanza salati. Scenari però strepitosi ne vale sicuro la pena

    1. Sicuramente ci sono delle buone offerte per le famiglie, viaggiando sola ti consiglio di guardare il sito internet perché spesso ci sono offerte o proposte particolari anche fermandosi una notte.

  3. Anche io mi sono sempre chiesta se fosse meglio provare il trenino in estate o in inverno. Credo che dovrò seguire il tuo suggerimento e fare un viaggetto in entrambe le stagioni. Non amo sciare e non credo andrò su qualche pista ma è il paesaggio ad essere estremamente meraviglioso sia in una stagione che nell’altra!

  4. Deve essere stata una fantastica esperienza. Non amo la neve quindi mi piacerebbe molto portare la bambina in primavera, e approfittare per raggiungere i sentieri. L’articolo contiene tutte le notizie utili per riuscire a programmare una bellissima gita sul Bernina!

  5. Grazie Julia per questo post 🙂 sto raccogliendo informazioni sul Trenino del Bernina visto che mi piacerebbe andarci questa estate 🙂 Sicuramente il fascino delle montagne innevate non lo vedrò, ma spero di godere di paesaggi incantevoli tutti verdeggianti… ho visto foto di chi l’ha fatto in piena estate e sono rimasta senza parole! Quanto è bella la Svizzera… anche se molto cara!

  6. Ho attraversato le Alpi in autunno, prendendo il treno che da Monaco di Baviera va a Verona, attraversando le Alpi. Il panorama montuoso è incredibile e, in alcuni punti, assomiglia a quello che hai descritto tu. Un itinerario molto interessante, quello del trenino rosso del Bernina, che mi concederò non appena ne avrò l’occasione. 🙂

  7. Ecco una di quelle esperienze che mi piacerebbe fare! Tra l’altro la mia piccola sarebbe felice solo all’idea di andare in treno ( siamo sempre in macchina X spostarci solitamente ).. hai anche dormito da qualche parte o hai fatto un giro in giornata ?

    1. Ci siamo fermati due notti, il venerdì sera in modo da essere comodi il sabato mattina per l’escurapine ed il sabato sera. Questa settimana pubblicherò anche i suggerimenti per dormire in zona

  8. Ci sono stata in estate qualche anno fa e devo dire che merita veramente! Mi ha deluso un po’ Saint Moritz… Troppo lussuosa x i miei gusti! : )

  9. Ci andrò a Maggio, quindi adesso corro a leggere il post del trenino del Bernina in Estate ! E se mi servono consigli preparati che ti tormento ahaha

  10. Ma dai che belle foto alla fine c’è l’avete fatta! Quindi avete fatto alle tappe diavolezza e st’ moritz noi L ultima tappa non c’è l abbiamo fatta perché abbiamo perso il treno 😉

  11. Avevo già letto il tuo articolo sul trenino del Bernina in estate ma queste foto con la neve mi hanno conquistata! Ora che periodo dovrei scegliere? Penso proprio che dovrò andarci due volte come te ahah!

  12. Ogni volta che si pensa di prendere il trenino rosso troviamo sempre pieno e mai un posto ma non abbiamo mai pensato al periodo invernale. Quasi quasi prenoto adesso per il prossimo !

  13. Questa è un’esperienza che mi piacerebbe fare, seguo da tempo questi trenini turistici, ce n’è uno interessante anche in Abruzzo, e spero di poterci riuscire presto, chissà, forse dopo Pasqua

  14. Da un po’ di tempo Io mio marito sogniamo di prendere il trenino rosso del Bernina Ci piacerebbe farlo in inverno in mezzo alla neve.

  15. Ho preso il Trenino Rosso in estate ed è stata un’esperienza magnifica! Penso che l’inverno regali panorami ancora più spettacolari… chissà, se dovessi mai tornare da quelle parti…

  16. Ho sentito spesso parlare di questo trenino e mi era venuta la curiosità di capire che itinerario facesse! Mi sembra davvero un’ottima idea, soprattutto da fare con i bambini..preferisco senz altro la “versione” estiva comunque! 😉

  17. È da tempo che vorrei andarci.. e sto spulciando in giro per scoprire meglio come organizzare.. Grazie per i preziosi consigli! Solo che non so se andare in primavera o in inverno! Che dilemma.. 😉

  18. Ho preso il Trenino sempre in estate, scendendo Ospizio Bernina e facendola a piedi fino al rifugio. E’ sempre stato bello. L’esperienza invernale mi manca.

  19. Anch’io come te ho provato questa splendida esperienza in primavera, però mi manca la versione invernale, davvero dei panorami incantati!

  20. Ho viaggiato sul Trenino del Bernina molti anni fa in estate durante una vacanza in Svizzera tutta in treno ed è un’esperienza che voglio assolutamente riprovare con il mio giovane esploratore: dev’essere un viaggio molto emozionante anche in inverno. Grazie per i preziosi consigli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: