Cosa fare a Praga con bambini

F9F610E5-7384-48EF-81D4-C368C08AF462

Durante la nostra permanenza a Praga, lo scorso agosto (2017), ci siamo trovati a festeggiare un evento speciale, il quarto compleanno di Gianluca. Prima di partire la domanda è stata: cosa fare a Praga con i bambini? Ancora dipiù nel giorno di compleanno volevamo fare qualcosa di molto divertente!

La città si è prestata molto bene ed abbiamo trovato il divertimento assicurato per i bambini!

Queste idee sono ottime sia d’estate che d’inverno poiché si svolgono in parte al chiuso.

Se si viaggia con bambini  non può mancare tra le tappe la Collina di Petrin, un vasto spazio verde tra i più ampi della città.

Alla collina si può accedere a piedi con una bella passeggiata o in funicolare, già  questa una bella esperienza per i bambini.

4AE34735-4461-4690-BC24-AE8674CF30C6

Per la funicolare è necessario acquistare il biglietto se non si è già in possesso di un abbonamento dei trasporti pubblici.

Orari: 9.00 – 23.30 (da aprile a ottobre); fino alle 23.20 (da novembre a marzo).

La funicolare è collegata alla rete dei tram attraverso la fermata di Újezd.

La funicolare  ha tre stazioni: Újezd, la stazione intermedia di Nebozízek e  Petřín 

Il biglietto, se non avete un abbonamento, è quello dei trasporti pubblici, con i seguenti prezzi:

•Adulti (dai 15 anni in su) – 32 CZK (biglietto singolo ordinario 90 minuti), 24 CZK (di breve durata, 30 minuti);

•Bambini dai 6 ai 15 anni e anziani dai 60 ai 65 anni – 16 CZK ordinario / 12 CZK di breve durata.

Informazioni aggiornate le trovate qui.

Una volta in cima c’è poi l’imbarazzo della scelta su cosa fare!

Giro sui poni per poche corone , ai bimbi viene fornito un caschetto protettivo e vengono accompagnati dai  proprietari che tengono le redini. Disponibile il giro corto, percosso ad anello, o un giro più lungo che porta fino alla torre. 

Osservatorio Stefanik

Osservatorio astronomico di interesse per ogni età, anche i miei bimbi in età prescolare si sono entusiasmati guardando immagini, filmati  e tabelloni. Il clou è stato osservare dal telescopio e salire su una bilancia che indicava  il peso corporeo in un simpatico display incastonato  in un tabellone con i disegni dei pianeti e del relativo peso su di essi!

FA249FF2-2A8A-43A1-A02E-2A3EF8707C49

Un po’ difficile  da comprendere per i più piccoli ma divertente!

Labirinto degli specchi – The Mirror Maze

Dopo un po’ di coda, ma di facile gestione vista la presenza di un artista di strada con le bolle giganti di sapone che  intratteneva i bambini , siamo entrati in questo “castello” che contiene un labirinto di specchi con una sala dedicata agli specchi deformanti! Alti, bassi, doppi piedi, magri, grassi.. nessuno voleva più uscire!

Orari:

Novembre –Febbraio 10 -18 

Marzo  10 -20

Aprile –Settembre  10- 22

Ottobre  10 -20

Tariffe:

Intero       CZK 90

Ridotto     CZK 70

Family         CZK 250

The Petřín Observation Tower

Una Tour Eiffel in miniatura, è un punto panoramico tanto che in cima sono disponibili alcuni telescopi. Si salgono a piedi 299 gradini.

Orari: Novembre –Febbraio 10 -18

Marzo 10 – 20

Aprile–Settembre  10 -22

Ottobre  10 – 20

Prezzi:

Intero      CZK 150

Ridotto   CZK 80

Family    CZK 350

In corrispondenza dell’arrivo delle funicolare si trova anche un bellissimo giardino. Noi abbiamo optato per il pranzo al sacco, c’erano  dei chioschetti che vendevano limonata e il trodlo ma non ricordo di aver visto panini.

Per la discesa  o si ritorna in funicolare o si percorre molto facilmente uno dei sentieri che scendono. 

Noi abbiamo scelto la seconda opzione e giunti in città abbiamo cominciato i festeggiamenti con torta e pasticci..  hot dog per tutti ad un chiosco e direzione finale una bellissima sala da the che avevo adocchiato già il giorno prima proprio vicino alla torre delle Polveri. Dolci super! Prezzi un po’ più alti della media ma ne è proprio valsa la pena!

6737E546-2E41-47C3-BD59-90AAC77D2CA3

 

I miei bimbi, da sempre appassionati di burattini e marionette hanno voluto vedere una spettacolo. Consiglio di organizzarsi per tempo ed informarsi sui siti dei teatri. Noi ci siamo accontentati, ai bimbi è piaciuto ma qualitativamente parlando a livello di scenografie e acustica non c’eravamo proprio ! Sono tanti i procacciatori che incontrerete e vi proporranno spettacoli. Se non fosse stato per accontentare i bimbi sarei andata oltre ma alla fine è stato divertente! 😉

Visitare il castello di Praga

D417BB98-584C-4856-A383-75842C63DD6E

Seconda giornata a Praga, 11 agosto 2017. Acqua a catinelle ci attende al risveglio, avevo visto le previsioni ma speravo il tempo cambiasse. Che ottimismo! Scendo a prendere brioche fresche in attesa che tutti si sveglino e dopo aver fatto colazione ci dirigiamo verso il castello di Praga a cui vogliamo dedicare la giornata. Ci vuole sicuramente una felpa.

Raggiungiamo il castello con il tram numero 22, fermata Pohorelec. Le opzioni per raggiungerlo e gli ingressi sono diversi ma visto il brutto tempo scegliamo la soluzione più pratica.

Ci sono diversi circuiti tra cui scegliere per acquistare il biglietto, una soluzione che noi abbiamo ritenuto soddisfacente ed equilibrata viaggiando anche con i bambini è stato il circuito B. Completo ma non troppo lungo.

TIPI DI BIGLIETTI

Castello di Praga – Visita A
I Vecchio Palazzo Reale, III Basilica di San Giorgio, V Vicolo d’oro, VIII Cattedrale
di San Vito, II Esposizione Storia del Castello di Praga, IX Palazzo di Rosenberg

Tariffa piena  Sconto (*) Tariffa famiglia (**)

350 CZK 175 CZK 700 CZK

Castello di Praga – Visita B
I Vecchio Palazzo Reale, III Basilica di San Giorgio, V Vicolo d’oro, VIII Cattedrale
di San Vito

Tariffa piena  Sconto (*) Tariffa famiglia (**)

250 CZK 125 CZK 500 CZK

Castello di Praga – Visita C
IV Esposizione Tesoro di San Vito, VI Pinacoteca del Castello di Praga

Tariffa piena  Sconto (*) Tariffa famiglia (**)350 CZK 175 CZK 700 CZK

II Esposizione Storia del Castello di Praga 140 CZK 70 CZK 280 CZK
IV Esposizione Tesoro di San Vito 250 CZK 125 CZK 500 CZK
VI Pinacoteca del Castello di Praga 100 CZK 50 CZK 200 CZK
X Torre panoramica della Cattedrale 150 CZK / /

* Sconto: ragazzi da 6 a 16 anni • studenti delle scuole superiori e universitari fino a 26 anni compresi • anziani oltre i 65 anni compresi
** Tariffa famiglia: da 1 a 5 bambini fino a 16 anni e max. 2 adulti

Altre opzioni sono disponibili sul sito ufficiale

D163A9FE-8AF6-4FAA-97A4-5FF0ADAB73DC

A causa del brutto tempo e della pioggia incessante non riusciamo ad assistere al cambio della guardia e a visitare i giardini estivi.

0560C4CD-E6CD-4B26-B471-8D5CC5B71DA8

Manca poco alle 10 e non troviamo coda in biglietteria. Decidiamo di visitare subito la cattedrale di San Vito e le parti correlate. Le fondamenta dell’edificio odierno sono state poste nel 1344 da Carlo IV ma l’edificio è stato portato a termine  solo nel 1929.

05AC3031-797E-4E72-880D-39C582E3B874.jpeg

Nel nostro biglietto è compresa la visita al palazzo reale, la basilica di San Giorgio , la torre Daliborka ed il vicolo d’oro. Questa viuzza , situata tra la torre Bianca e la torre Daliborka, ci porta all’uscita del complesso ed è formata da delle casette colorate dall’aspetto fiabesco che sorsero nella fortificazione ad arcate del castello a partire dalla fine del XVI secolo e anitate fino alla seconda guerra mondiale. L’aspetto attuale risale al 1955. Alcune casette sono state recentemente ristrutturate. 

163F94CD-6A05-48E9-9C77-F6D4FC5C5391

Nonostante avessimo ombrellini e k-way siamo umidi, fa anche freschino. Subito fuori dal castello scegliamo un localino turistico consigliato sulla guida cartacea ed abbastanza velocemente riusciamo a sederci.  Una zuppa calda era quello che ci voleva, I bimbi hanno preferito invece dei filettini di pollo.

AE447283-5561-4CBB-BFB5-5C269D89057A

Nel Frattempo ricontrolliamo le previsioni meteo che danno ancora un paio d’ore di pioggia dopo di che dovrebbe tornare sereno. Ne approfittiamo per andare a fare una doccia e cambiare le scarpe bagnate. In questo caso si apprezza ancora di più avere l’appartamento anziché una camera d’albergo, ho messo le scarpe in asciugatrice  e ci siamo preparati una bella cioccolata calda con indosso abiti asciutti e puliti.  Non Siamo partiti con grande bagagli ma con un trolley a testa sapendo poi di trovare alloggi con svariati servizi come lavatrice e asciugatrice.

Con il cielo sereno finalmente usciamo e torniamo in centro a vedere ciò che ci mancava. Ceniamo in una birreria ristorante che poi non accetta il bancomat, Per evitare perdite di tempo paghiamo  in contanti in euro.

Facciamo qualche acquisto e terminiamo di visitare la città, scopriamo un piccolo strettissimo vicolo dove addirittura per passare è in funzione un semaforo pedonale!

Cos’altro visitare a Praga lo trovate qui.

On the road in Mitteleuropa (Austria, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Ungheria). Itinerario

image

Lo scorso agosto, 2017,  siamo partiti in auto da Milano per scoprire alcune capitali della Mitteleuropa.  I bimbi ovviamente hanno viaggiato con noi. Qui alcuni consigli su come affrontare un on the road con bambini (i miei avevano appena compiuto 6 anni e il più piccolo ne ha compiuti 4 in viaggio).

Avevamo a disposizione 10 giorni, 9 notti totali, che abbiamo suddiviso tra le varie tappe. Siamo partiti con la nostra automobile da Milano.

Organizzare il viaggio

Le città che ci interessava maggiormente visitare erano tre: Praga, Bratislava e Budapest. Abbiamo poi aggiunto una tappa all’andata a Salisburgo ed una al ritorno a Villach  per spezzare il viaggio. Io in gioventù avevo già visto entrambe e a Salisburgo magari ritorneremo  abbinandolo ad altre località in Austria per approfondire la visita.

image1.jpg

Dopo aver calcolato i kilometri da percorrere e i paesi attraversati abbiamo subito verificato il discorso autostrade. Mi riferisco ai pedaggi da pagare singolarmente ( come il ponte di Innsbruck) ed alle vignette da apporre sul parabrezza dell’auto o acquistabili virtualmente poiché associate alla targa. Verificare anche i limiti di velocità, a distanza di quasi un anno a noi è pervenuta via posta ordinaria una sanzione per eccesso di velocità in Austria, pochi kilometri sopra il limite.

Un sito che ho trovato molto utile è stato questo in quanto rimanda ai singoli siti del paese a cui si è interessati. A seconda del paese ci sono vignette brevi che coprono anche solo una settimana.

7AE54447-D95F-419F-93B5-D141A3CA88D2

Il nostro itinerario si è articolato così:

Milano – Salisburgo (1 notte) – 590 km

Salisburgo – Praga (3 notti) – 382 km

Praga- Bratislava (1 notte) – 328 km

Bratislava -Budapest (3 notti) – 204 km

Budapest- Villach (1 notte) – 508 km

Villach – casa – 500 km

Le tappe più lunghe sono state la prima, la penultima e l’ultima di 500 km circa rientrando verso casa. Le distanze segnalate le ho prese considerando i vari punti di riferimento pertanto possono variare a seconda del punto di partenza e di arrivo (alloggi prenotati ) ma su questi kilometri sono numeri del tutto trascurabili. All’andata siamo partiti poco intorno alle 5:30 ed alle 10:30 eravamo in città così da avere la giornata a disposizione.

581b3f52-4be1-4308-9c75-3542867b29c4.jpeg

 

Per gli alloggi, non avendo deciso molti mesi prima e trattandosi del periodo di ferragosto , abbiamo fatto un mix a seconda della disponibilità trovata. Per Salisburgo abbiamo scelto un albergo in un paesino vicino che era dislocato sul territorio tedesco (Ainring). A Praga e Bratislava appartamenti con Airbnb. A Budapest un appartamento con booking e a Villach un ostello ( camera quadrupla con bagno privato). Un mix di soluzioni diverse ma dove ci siamo trovati sempre bene.

Alle singole tappe dedicherò post dedicati su cosa fare e vedere. Quale tappa vi incuriosisce di più?