Mercatini di Natale a Trento con il treno storico

I mercatini di Natale sono sempre un must in qunesto periodo, in famiglia li amiamo tutti seppur per aspetti differenti.

Quest’anno abbiamo deciso di recarci a Trento facendo una gita molto particolare, invece di raggiungere la città in auto abbiamo scelto un mezzo alternativo! more “Mercatini di Natale a Trento con il treno storico”

Dove sciare con i bambini in Italia

Oggi sul blog ho deciso di ospitare dei colleghi travel blogger che ci porteranno in giro per l’Italia alla scoperta di interessanti località in cui sciare con i propri figli. Partiamo insieme per scoprire dove poter sciare con i bambini! more “Dove sciare con i bambini in Italia”

Visitare il Parlamento di Budapest

Parlamento di Budapest
Parlamento di Budapest

Visitare il parlamento  è tra le cose assolutamente da fare in città.  Trattandosi di un organo di Stato funzionante a tutti gli effetti  è opportuno programmare la propria visita per tempo prenotando direttamente on line dal sito internet ufficiale.

In questo modo oltre a scegliere il giorno e l’orario preferito sarete sicuri di riuscire a partecipare alla visita guidata e nella lingua prediletta. Durante il nostro viaggio non abbiamo avuto esitazione e prenotato con anticipo. more “Visitare il Parlamento di Budapest”

Cosa fare a Budapest

Budapest, parlamento illuminatoO

Quarta tappa del nostro OTR , subito dopo Bratislava,  è Budapest. Volevo visitare questa città da moltissimi anni, era stata meta di studio insieme all’Ungheria durante la mia quinta elementare quando ancora si facevano le ricerche su foglio protocollo e carta lucida!

RAGGIUNGERE LA CITTÀ IN MACCHINA

Noi abbiamo  raggiunto Budapest  arrivando dalla Repubblica Slovacca. In questo caso se viaggiate con la vostra auto è necessario acquistare la “vignetta “ , un pedaggio autostradale che permette il transito per un numero illimitato di viaggi per il periodo di tempo per cui l’avete acquistata. Si può acquistare al confine o fare direttamente on line.

Attenzione anche alla velocità ed ai parcheggi, la polizia è molto presente.

La città si divide in due parti, Buda e Pest in quanto è attraversata dal fiume Danubio  e si collega attraverso una serie di ponti  , il più famoso dei quali è il ponte delle catene.

COME MUOVERSI

Abbiamo dedicato alla città tre pernottamenti e tre giorni pieni. La scelta del luogo del pernotto , vicino al mercato centrale è stata fondamentale, comodo alla stazione della metropolitana e anche al centro volendo muoversi a piedi. Anche i bambini sono ottimi camminatori quindi  non abbiamo fatto abbonamenti particolari ai mezzi pubblici se non, il giorno che sapevamo di fare un giro più ampio, una tessera giornaliera.

Tutte le informazioni sui trasporti pubblici  le trovate qui. La rete è ben collegata, oltre alla metropolitana ci si può spostare con i tram.

COSA NON PERDERE E COSA FARE A BUDAPEST

La città  si presta ai gusti dei molteplici visitatori,  è ricca di storia e di cultura  ma offre divertimento e relax. È una meta adatta a single, coppie e famiglie.

Nessun elenco sarebbe esaustivo ma vi indico cosa non si può perdere di questa città durante una breve permanenza.

Parlamento

Il suo splendore è unico, sia all’esterno che all’interno, in un articolo a parte tutte le informazioni per organizzare  la vostra visita;

Grande Sinagoga

la  grande Sinagoga,  in grado di ospitare fino a 3000 persone è la più grande d’Europa, seconda al mondo dopo quella di New York.

Damneggiata durante la seconda guerra mondiale e nel periodo di occupazione nazista ha ripreso a splendere nel 1996 dopo cinque anni di lavori e restauri.

E’ visitabile previo pagamento di un biglietto ed è compresa una visita guidata , ad orari indicati all’ingresso è possibile scegliere la lingua di preferenza. Disponibile anche l’italiano.

Nel giardino adiacente il cimitero è presente una bellissima scultura raffigurante un salice piangente in memoria dell’olocausto e delle vittime innocenti.

Basilica di Santo Stefano

Situata nella parte di Pest è la terza chiesa più grande del paese. Realizzata in stile neoclassico  è visitabile ed è consentito, previo pagamento di un biglietto di ingresso, la salita alle cupole. Tutte le informazioni qui

Mercato centrale

 

Assolutamente  da visitare come tutti i mercati delle grandi città; il mercato coperto si sviluppa su tre piani, il seminterrato dedicato a macelleria/prodotti alimentari freschi; piano terra con bancarelle che propongono cibo pronto al consumo, prodotti alimentari confezionati come spezie, etc. Il primo dedito all’oggettistica  e ai souvenir. Ottimo posto per acquistare qualche regalino.

Monumento agli ebrei- (scarpe sul fiume)

lungo la sponda di  Pest si affacciano sul Danubio delle scarpe in bronzo che ricordano le esecuzioni naziste. Un luogo molto triste e significativo.

Chiesa di S. Mattia e i bastioni dei pescatori

Dedicata alla Madonna questa chiesa è comunemente conosciuta con il nome di S.Mattia. Mattia è stato il re ungherese che l’ha fatta ricostruire. Adiacente alla chiesa si trovano gli splendidi bastioni con le sette torri come le tribù magiare che si stabilirono li.

Ottimo punto panoramico sulla città.

Isola Margherita

luogo perfetto per passare del tempo in relax e divertirsi, è una tappa imperdibile per chi viaggia con i bambini.

Terme

la città è molto famosa per le terme, esperienza da provare senza dubbio. Ci sono le terme storiche e anche edifici più nuovi . Informazioni e consigli in un nuovo articolo.

Crociera sul Danubio

da non perdere, la consiglio soprattutto la sera, con la vista sui monumenti della città illuminati. Spesso accompagnata da audio guida multilingue. Ci sono diverse proposte che prevedono anche la cena, attenzione se viaggiate con bambini perché offrono il viaggio gratuito ma non prevedono il consumo del pasto. Informarsi per bene con la compagnia.

Statua della Liberazione

Dopo una bella passeggiata si raggiunge questa statua che raffigura una dama che porta in mano una foglia di palma simbolo della vittoria. Questo monumento fu eretto dopo la liberazione nazista.

Rombusz

Locali/ristoranti/bar all’aperto solitamente allestiti in cortili. Si trova street food e bevande in un ambiente informale. Noi avevamo il nostro preferito con tanto di tappeto elastico!

Ora che sapete cosa fare a Budapest non vi resta  che acquistare un biglietto e programmare il viaggio. Nel frattempo iscrivetevi al blog per rimanere avvisati sulle nuove pubblicazioni con i dettagli per visitare il parlamento, divertirsi e rilassarsi alle terme e, non ultimo,  su cosa fare a Budapest con i bambini!

Artigiano in fiera, Milano. Informazioni e dettagli!

 

Foto dal web, bancarella etnica

Come ogni anno, nella prima settimana di Dicembre , ed in concomitanza del ponte di S.Ambrogio prende il via a Milano l’artigiano in fiera. more “Artigiano in fiera, Milano. Informazioni e dettagli!”

Io viaggio (gratis)in famiglia in Lombardia

Alcuni mesi fa in occasione del nostro Week end sul  lago di Iseo ho scoperto che la regione Lombardia consente il trasporto gratuito dei minori fino a 14 anni che viaggiano in famiglia. more “Io viaggio (gratis)in famiglia in Lombardia”

Lubecca, visitare la città e i mercatini di Natale

Lubecca. Passeggiata sul Trave
Lubecca. Passeggiata sul Trave

 

Lubecca, la famosa città tedesca facente parte della lega delle città anseatiche è stata tra le nostre mete natalizie alcuni anni fa; siamo partiti con l’idea di visitare i mercatini di Natale ma la città offre molto altro.

Giovani e spensierati abbiamo raggiunto Lubecca con un un volo low cost da Bergamo.

Ecco perché visitare questa città: more “Lubecca, visitare la città e i mercatini di Natale”

Bratislava, cosa fare con i bambini

Bratislava , parco giochi in città
Bratislava , parco giochi in città

Come vi anticipavo nel precedente articolo  Bratislava è una città che ben si presta ad essere visitata con i bambini. Quali sono i motivi? Ecco cosa si può fare a Bratislava con i bambini e perché è adatta alle loro esigenze:

more “Bratislava, cosa fare con i bambini”

Il villaggio di Babbo Natale a Rovaniemi

Santa Clause Office - Rovaniemi
Santa Clause Office – Rovaniemi

La Lapponia è la parte settentrionale della Finlandia, un territorio quasi incontaminato  dal punto di vista naturalistico nelle sue distese di prati e alberi di betulla. Sono presenti insediamenti urbani , impianti sciistici e il villaggio di Babbo Natale di Rovaniemi  🎅.

Quest’ultimo ha reso la zona molto famosa e sicuramente proprio per questo motivo  molti turisti vi si recano ogni anno.

more “Il villaggio di Babbo Natale a Rovaniemi”

Modica, visitare la città del cioccolato e del barocco siciliano

Modica, barocco siciliano
Modica, barocco siciliano

Durante il nostro viaggio itinerante  alla scoperta della Sicilia abbiamo scelto di fare tappa anche a Modica, la città famosa in tutto il mondo per il suo cioccolato.

Non è solo questo che rende Modica famosa in quanto è conosciuta anche per il barocco siciliano di cui è una tappa imperdibile.

Il barocco siciliano si è sviluppato ed ha raggiunto il suo massimo  splendore dopo il devastante terremoto del 1693 in seguito alla ricostruzione degli edifici, chiese  e palazzi. È nato un vero splendore per gli occhi del turista e dell’appassionato di arte.

Dopo aver parcheggiato l’auto abbiamo raggiunto il corso principale, corso Umberto I , dove ferma il trenino barocco, che avevamo già avuto occasione di prendere a Ragusa Ibla.  Questo ve lo preciso perché conservando il biglietto avrete diritto ad un euro di sconto.

Il biglietto è a pagamento per gli adulti e per i bambini sopra i cinque anni ad un prezzo unico di cinque euro.

Il trenino segue un percorso  della durata di circa 40/45 minuti portando alla scoperta i passeggeri dei principali edifici e monumenti di interesse.

Il trenino si sofferma alcuni istanti per permettere di fotografare ma non è consentita la discesa o meglio chi vuole può scendere e proseguire a piedi ma non ha diritto a risalire al passaggio del successivo. Non è il classico tour hop on/ hop off. Lo preciso perché ho visto alcuni turisti un po’ perplessi e sgomenti  ma forse hanno confuso la tipologia di tour!

L’esperienza con il trenino è stata interessante e consigliabile con il caldo ma credo sia adatta anche  con il freddo, con i bambini e con chi fatica a camminare o è un po’ pigro. Suggerisco questo poiché anche per noi è stato piacevole avere una visione generale della città senza percorrerla interamente a piedi; abbiamo così selezionato  e raggiunto a piedi solo una parte della città.

Modica, cioccolateria Bonajuto
Modica, cioccolateria Bonajuto

Dopo il tour in treno  la nostra tappa è stata l’Antica  Dolceria Bonajuto dove avevamo prenotato telefonicamente alcuni giorni prima una piccola visita guidata comprensiva di degustazione finale. Il prezzo veramente irrisorio per il servizio offerto è di  3 euro a persona.  I bambini sono sempre paganti dopo i cinque anni.

La famiglia Bonajuto  tramanda la tradizione dal 1880 data in cui ha cominciato a produrre cioccolato.

Modica, cioccolateria Bonajuto
Modica, cioccolateria Bonajuto. Fase di lavorazione del cioccolato

Una gentilissima signora ci ha inizialmente fornito diverse spiegazioni sul cioccolato e su come nasce, in seguito abbiamo visto i pasticceri all’opera nella formazione della tavoletta ed infine degustato diversi prodotti oltre alle varie tipologie di cioccolato disponibili per l’assaggio a tutti  i clienti del negozio. Qui trovate le informazioni per contattarli e prenotare.

Il cioccolato di Modica è particolare, non è morbido, non è liscio e non è cremoso.

Nel compenso è unico, si avvicina molto di più al gusto originale del frutto del cacao. Il cioccolato di Modica è grezzo, più granuloso e si avvertono i cristalli dello zucchero.

Noi lo abbiamo assaggiato in diverse versioni, aromatizzato e con aggiunta di scorze di frutta.

Ad ottobre gli è stato finalmente riconosciuto il marchio Igp , è il primo cioccolato in Italia ad aver ricevuto il marchio. Un vanto per l’intero paese.

Duomo di Modica, Sicilia

Da qui abbiamo proseguito il percorso per raggiungere il Duomo  di San Giorgio a piedi percorrendo una lunga scalinata, è splendido. Questa chiesa è annoverata tra il patrimonio Unesco italiano.

Scicli, perla del Barocco siciliano
Scicli, perla del Barocco siciliano

Dopo Modica abbiamo visitato Scicli, un’altra perla del barocco siciliano. Anche qui c’è il trenino barocco. Siamo capitati per l’ora di pranzo e la città era quasi deserta. Anche noi abbiamo pranzato lì e passeggiato alla scoperta dei vari edifici. Purtroppo alcuni luoghi avrebbero aperto diverse ore dopo ma siamo riusciti ugualmente a farci un’idea del borgo.

In un tour della Sicilia sono tappe imperdibil, sia per la cultura ed il patrimonio artistico che per l’assaggio del cioccolato di Modica.