La Sicilia orientale: itinerario e consigli

  1. 32C7D837-21D2-4051-BA7F-CBA4CE43FD45

Il nostro viaggio si è concentrato maggiormente nella parte della Sicilia orientale ma abbiamo fatto una puntatina ad Agrigento di un paio di notti per visitare la Valle dei Templi e i dintorni. Non è mancato qualche giorno alle Isole Eolie.

D937620C-F9CA-4E30-A664-60C15AAFE428

19 giorni, 18 notti suddivise tra 6 alloggi. Un volo aereo andata e ritorno su Catania, un’auto a noleggio e una vetusta jeep alle Eolie, aliscafo, barche e  veicoli 4×4.

C7BAE2CB-3EEA-4646-9883-3F0E1AD30771

Circa 1600 km su e giù per la Sicilia orientale e non sentirli! In dettaglio l’itinerario, che trovate day by day sulla pagina Facebook con parecchie foto e con  l’hastag  #zuccherofarinainviaggioinsicily , è stato questo:

30 luglio: arrivo a Catania, ritiro auto . Partenza per Nicolosi, crateri Silvestri e pernottamento al Rifugio Sapienza.

31 luglio: escursione ai crateri sommitali dell’Etna. Partenza per Aci Castello con pernotto di 2 notti.  Visita di Aci Castello e del castello Normanno. Serata a Catania, street food e pasticceria Quaranta per i 7 anni di Alice.

1 agosto: gole dell’Alcantara. Taormina

2/3/4 agosto: dopo aver parcheggiato l’auto a Milazzo in un garage privato ci siamo imbarcati sull’aliscafo , biglietti acquistati on line, e abbiamo raggiunto  Lipari.

Abbiamo visitato la città, le diverse spiagge e fatto un’escursione in barca a Salina con soste in rada.

5 agosto: abbiamo lasciato le Eolie con l’aliscafo delle 9 e rientrati a Milazzo siamo ripartiti per Agrigento, (due notti) la strada era molto buona.  Scala dei Turchi. In serata, per evitare il caldo, avevo prenotato una guida family per il tour nella Valle. Poi piovigginava e c’era fresco ma la visita è stata perfetta!

6 agosto: mezza giornata a Siculiana Marina per un po’ di mare con la sabbia per i bimbi.  Esperienza nell’entroterra con le capre girgentane.

7 agosto: partenza per Ragusa Ibla e pernottamento nel centro storico. Visita della città.

8 /17 agosto: partenza per il lido di Noto dove abbiamo pernottato fino a fine soggiorno per 9 notti.

Da qui abbiamo alternato vita di mare e altre visite:

  • Riserva Naturale di Vendicari e spiaggia di Eloro (molto comoda)
  • Spiaggia di Portopalo di Capopassero
  • Marzamemi
  • Noto
  • Siracusa con la Neapolis e Ortigia
  • Modica
  • Scicli

il 17 agosto è terminato il nostro tour. Sono rimasta molto soddisfatta , con il senno di poi avrei fatto due notti in più alle Eolie, cambiando isola ,  e una notte in più a Ragusa Ibla da cui avrei potuto visitare direttamente Modica e Scicli. Queste tre notti le avrei tolte a Lido di Noto.

Mi soffermo su alcune considerazioni in base a quanto ho vissuto e a quanto mi avevano raccontato ed avevo letto.

STRADE e TRAFFICO

Non so se siamo stati particolarmente fortunati ma in tanti mi avevano detto che le strade non erano belle e che avrei trovato traffico ed ingorghi. Personalmente smentisco. Le strade che abbiamo percorso erano prevalentemente buone, autostrade e superstrade. Nei paesi le strade sono piccole e a volte strette ma è la conformazione del territorio.

Abbiamo trovato traffico solo un giorno per raggiungere la Valle dei templi ma giustificato, era arrivato brutto tempo e tutti lasciavano le spiagge. Comunque non mi sono fidata della strada che consigliava il navigatore e guardando la mappa abbiamo trovato l’alternativa litoranea scorrevole 😉

CALDO

Faccio una piccola premessa, sicuramente non è stata un’estate calda.. e pertanto non ho trovato un gran caldo neppure in Sicilia ma un caldo normale e piacevole per chi abitando al nord non gode per così tanti mesi del bel tempo. Abbiamo trovato anche un paio di temporali.

Senza problemi siamo riusciti a visitare le città. Fattibile! Mi aspettavo un caldo torrido, arido e insopportabile ma non è stato affatto così. Nelle giornate in spiaggia non ci allontanavamo neppure nelle ore centrali ma consumavamo un pranzo al sacco sotto l’ombrellone!

CUCINA

85BB6DC2-03E4-42B6-9EA4-76C98E34030D

la classica mediterranea  con pasta, verdure, pesce..  i piatti tipici sono tanti e dipendono dalle zone. Buona anche la pizza che ragazzi era davvero economica! Io non ho mai visto la margherita a 3,50 € in pizzeria (cena a Noto).

il ❤️ l’ho lasciato alle brioche con il tuppo ripiene di  gelato 😋. Il piatto salato? A livello di street food pane e panelle.

Le porzioni nei ristoranti tendono ad essere abbondanti, in più occasioni erano i camerieri a proporre per i bambini la mezza porzione. I miei figli non sono piccoli, 5 e 7 anni. La mezza è tal quale  l’intera che cucino io a casa!

Preparerò un articolo anche sul cibo 😉

In dettaglio troverete prossimamente i vari post dove vi racconterò della meravigliosa Sicilia. Comincio da qui (elenco in aggiornamento)

Visitare e dormire sull’Etna

Le capre girgentane


21 thoughts on “La Sicilia orientale: itinerario e consigli

  1. Chiara Rispondi

    Effettivamente è stata un’estate strana, di solito c’è molto ma molto più caldo. Comunque felice di avervi conosciuti in questo splendido itinerario

  2. Francesca Rispondi

    Noi invece abbiamo trovato ingorghi pazzeschi, soprattutto vicino Catania e anche per andare alla Valle dei Templi. Però, ne è valsa la pena, un luogho incredibile! La Grecia in Italia, tenuta molto meglio però <3

  3. ilgustoinviaggio Rispondi

    La Sicilia merita veramente una visita anche di un mese! Noi purtroppo abbiamo fatto solamente Palermo e leggendoti mi è venuta voglia di partire all’istante! Grazieeee

  4. Ale Carini Rispondi

    Ragazzi con tutti questi racconti sulla Sicilia mi state facendo morire di voglia !!!
    Quello che mi frena in realtà è sempre stato il caldo!
    Io mi scotto subito … e girare piena di crema è un trauma!
    Che periodo pensi sia il migliore per godere delle sue bellezze ma evitare il caldo esagerato? settembre/ottobre? Marzo?

  5. Mammecoitacchi (@mammetacchiaspi) Rispondi

    La Sicilia mi manca ma vorrei visitarla in un periodo diverso dall’estate. Magari per Pasqua!

  6. Maria Gubert Rispondi

    1600 km, wow!!! Non sono mai stata in Sicilia e non avevo mai pensato a un itinerario nell’isola, interessante. Spero di visitarla presto anche io 🙂

  7. Giorni Rubati (@GiorniRubati) Rispondi

    in che periodo sei andata? Io ad agosto ho trovato traffico, ma non in superstrada, principalmente a Palermo e al ritorno dalle spiagge in serata. che cosa hai preferito? Io come mare non ho dubbi sul litorale di Trapani, come città ovviamente Palermo e poi Noto. Purtroppo non ho visto Ragusa… spero di tornarci in un altro momento.

    1. Zucchero Farina in viaggio Rispondi

      30 luglio/17 agosto. Io non ho visto quella zona ma del mio giro il top per me sono state le Eolie a livello mare insieme alla riserva di Vendicari dove c’era anche un nido di tartarughe. L’Etna vale il viaggio anche se fai solo quello. Per le città devo dire tutte belle, ho fatto in alcune città delle singole esperienze tipo la visita in un laboratorio a Modica del cioccolato o l’incontro con le capre girgentane vicino ad Agrigento che hanno dato quel tocco in più di divertimento alla vacanza

  8. Anna Di Rispondi

    Questo è l’anno della Sicilia, ho letto molti post su questa incredibile isola e la voglia di ritornarci è tanta. Grazie per questo itinerario, mi piace molto anche perchè quando ci sono stata io ho fatto esattamente il giro opposto, ovvero da Palermo e tutta la parte ovest. Quindi me lo memorizzo per la prossima volta.

  9. Cristina Avancini Rispondi

    Wow…bellissimo itinerario! Noi avevamo fatto solo Catania, Taormina e l’etna e già mi era bastato per capire che la sicilia merita davvero! Le isole eolie poi devono essere stupende!

  10. Selene Mazzei Rispondi

    1600 km e non sentirli !! che meraviglioso viaggio sai che anche i miei vicini di casa hanno fatto un tour simile!! magari chissà vi sarete pure incontrati ! sono certa sarà stato tutto bellissimo perchè la Sicilia merita davvero!

  11. Sara Rispondi

    Che bella vacanza che avete fatto!
    Anche noi siamo stati in quella zona della Sicilia qualche anno fa e ci è rimasta nel cuore!
    La Sicilia non delude mai!

  12. Dani Rispondi

    Sai che non sono mai stata in Sicilia? Però ultimamente mi attira sempre di più…

  13. Giovy Malfiori Rispondi

    Ogni anno mi riprometto di tornare in Sicilia e ogni anno non ci riesco! Non so se sia questione di Karma o cosa. Mi piacerebbe molto prendermi del tempo per esplorare, di nuovo, quella regione speciale.

  14. Raffi Rispondi

    Caspita che bel giro! 18 giorni non sono pochi e certamente si ha la possibilità di vedere molto. Complimenti anche ai bambini che ti hanno seguito: mio figlio dopo una settimana con tutti quegli spostamenti iniziava a sclerare. Comunque, adesso che non viaggia più con noi, è un tour che non mi dispiacerebbe fare.

  15. Chiara Rispondi

    È stata un’estate strana con temperature ballerine ma tutto sommato vi siete goduti la vacanza come vedo

  16. ingrid Mestrinaro Rispondi

    io la Sicilia l’ho visitata l’anno scorso a fine ottobre. Sono stata fortunata con il tempo perché non era troppo caldo. Pure il ho lasciato il cuore sui dolci e la città che preferisco in assoluto è Noto, ma anche Ragusa e Sirucusa mi sono piaciute moltissimo! Catania invece la consiglio solo per un giorno.

  17. […] ve ne parlo? Cosa centra con i viaggi?  Nel nostro recente viaggio in Sicilia in occasione delle du... https://zuccherofarinainviaggio.wordpress.com/2018/09/17/capre-girgentane-turismo-e-slow-food
  18. silvia Rispondi

    Sicilia: un altra terra da scoprire un altra terra che so gia amerò!

  19. ingirovagandomum Rispondi

    Che bello il vostro itinerario in Sicilia! Vi avevo seguito su Facebook e man mano leggero i vari post per prendere spunto per un futuro viaggio in Sicilia.

  20. Chiara Rispondi

    Ah, ecco l’itinerario della parte della Sicilia che manca a me! 🙂 Me lo segno proprio, spero mi sia utile non troppo avanti! 🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.