Grotte di Postumia e castello di Predjama, Slovenia

Di buon mattino siamo in auto e lasciamo alla nostre spalle Lubiana in direzione di Postumia per visitare le grotte. L’idea è di fermarci per strada a far colazione ma è quasi tutto chiuso, è il 15 agosto,  e ormai manca talmente poco che tiriamo dritti e facciamo colazione all’ingresso, il tempo non ci manca.

I biglietti li abbiamo acquistati in internet da casa con una settimana  di anticipo. Abbiamo scelto il biglietto che consentiva l’ingresso alle grotte, al vivaio, all’esposizione, alla grotta del Proteo  più il castello di Predjama.  Nel 2016, all’epoca del viaggio, i bambini fino a 5 anni entravano gratuitamente. Rimando al sito ufficiale per informazioni sempre aggiornate.  Ne vale senza dubbio la pena.

Dopo aver parcheggiato senza problemi con una piccola passeggiata raggiungiamo la biglietteria per cambiare il voucher con i biglietti, facciamo colazione e ci mettiamo in coda, formano dei gruppi in base alla lingua e all’orario prenotato. La visita non si svolge in autonomia ma con una guida. Una nota negativa, a mio avviso, che i gruppi sono veramente uno dietro l’alto e se si è più lenti o ci si vuole soffermare un attimo in più questo non è possibile. Probabilmente non avrei avvertito il problema  se Gianluca, all’epoca 3 anni appena compiuti, fosse stato più grande e quindi con maggiore autonomia nel camminare. Si cammina per un tratto poi si sale su un trenino ed infine si esce a piedi.

L’interno è freddo e umido, pantaloni lunghi, scarpe chiuse, felpa ed un bel giubbotto, per i bimbi ho portato anche un cappellino (non da sole eh). Per chi non è attrezzato noleggiano delle mantelle tipo loden.

Non si può fotografare con il flash e cavalletto. In alcuni punti c’è dell’illuminazione ma le foto non sono venute affatto bene 🙁 e questo ne è un esempio! :/

 

Usciti dalle grotte visitiamo l’esposizione e la grotta del proteo, un piccolo animaletto invertebrato di colore rosato. Riporto dal sito ufficiale:

“Il proteo, essendo lungo da 25 a 30 centimetri, è il più grande tra gli animali ipogei ed è l’unico vertebrato legato unicamente alla vita nell’ipogeo in Europa.

Il proteo si è completamente adattato alla vita al buio – la sua pelle non contiene il pigmento protettivo, è di un rosa palliduccio, conseguenza dei capillari. Il colore della pelle assomiglia a quello dell’uomo di carnagione bianca, da qui anche il nome (»pesciolino umano«). I suoi occhi sono atrofizzati.

Respira con le branchie esterne, i semplici polmoni e con la pelle. Ha sviluppato l’orecchio interno che allo stesso tempo è l’organo dell’equilibrio e dell’udito. Ha due paia di gambe minute, distanti l’una dall’altra, con tre dita sul paio anteriore e due su quello posteriore. Nel nuoto usa la coda come pinna.

Si nutre di gamberetti, vermi, lumache ed altri invertebrati acquatici. Vive fino a 100 anni, e può stare senza cibo anche per diversi anni. Si riproduce con uova che la femmina deposita sul lato inferiore di pietre piatte.

In Slovenia, il proteo è una specie animale protetta dalla legge, e dal 1982 è iscritta sull’elenco degli animali rari e in via di estinzione. Senza consenso delle istituzioni ambientalistiche competenti, la cattura è proibita.”

Per il parco ne gira anche uno gigante che mangia i bambini :O

Pranziamo e poi prendiamo la navetta (inclusa per chi ha acquistato il biglietto combinato) per il castello di Predjama.  Il parcheggio al castello è molto piccolo perciò non conviene proprio spostarsi con l’auto.

Scesi dal pulmino appare uno spettacolo dinnanzi a noi, i bimbi a bocca aperta ammirano il castello incastonato nella roccia. All’ingresso ci forniscono le audioguide, l’interno è molto bello ma alcune parti, soprattutto i gradini che portano alle torrette, sono un po’ usurati e si rischia di scivolare. sconsiglio infradito e ciabatte!

Siamo stati davvero contenti di aver visitato anche il castello!

Ci siamo riposati un po’ al bar, gelato per i bimbi e una Lemona per noi  che non so se per il caldo o altro ma ci è piaciuta tantissimo!

Riprendiamo il pulmino e andiamo al parcheggio, sono circa le 17 e ci mettiamo in macchina non sapendo ancore se cercare un posto per la notte o rientrare a casa, l’assaggiatore non è stanco e se la sente di guidare, granellino vuole rivedere la sua cameretta e perciò dopo una sosta per cena raggiungiamo casa in serata.

 

La Slovenia ci rimarrà senz’altro nel cuore 🙂


3 thoughts on “Grotte di Postumia e castello di Predjama, Slovenia

  1. saltandoinpadella Rispondi

    Non sono mai stata in Slovenia, mi hanno detto che le grotte sono spettacolari.

  2. Selene Rispondi

    Neanche io mai !! ma devo dire che tra cascate fiumi grotte e laghi è davvero un posto da vedere!! chissà magair un giorno!!!

  3. Maria Grazia Rispondi

    Felice di aver scoperto il tuo blog, così ricco di spunti e di informazioni preziose.
    Tornerò presto 🙂
    Grazie e buona settimana!
    Maria Grazia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.