CANADA VIAGGI VIAGGIARE CON BAMBINI

Cabane à sucre e sciroppo d’acero. Quebec.

Quando si parla di sciroppo d’acero non si può che pensare al Canada, il maggior produttore mondiale di questo prodotto.

La maggior parte della produzione dello sciroppo d’acero avviene nella regione del Québec. Nonostante siano moltissime le specie di aceri non tutti sono adatti alla produzione del famoso sciroppo, solo tre di esse ci regalano questo delizioso liquido.

Tra le esperienze da fare in Canada sul finire della stagione invernale  rientra sicuramente la visita di una Cabane à Sucre, le fattorie che producono lo sciroppo.

 

La produzione dello sciroppo d’acero

La produzione dello sciroppo d’acero comincia con l’estrazione  della linfa dall’albero.

La raccolta avviene tra febbraio e aprile; la linfa viene fatta fuoriuscire attraverso un tubicino agganciato alla corteccia dell’albero e raccolta in un mastello di metallo.

La linfa viene poi lavorata attraverso un processo di evaporazione  in cui l’acqua  lascia maggiore spazio allo zucchero.

Proprio in Canada abbiamo scoperto come lo sciroppo d’acero sia presente in diverse varietà:

  • il gold chiaro dorato.
  • l’ambrato dal sapore più intenso e lo scuro, 
  • Il dark  utilizzato per guarnire i classici pancake.

Durante il nostro viaggio  abbiamo scoperto e soprattutto assaggiato diversi prodotti preparati con lo sciroppo d’acero a partire dai biscotti farciti con una morbida crema preparata con lo stesso  e i lecca lecca!

 

 

Durante il periodo estivo la maggior parte delle Sucre sono chiuse e non visitabile i turisti, alcune organizzano dei pranzi a meno fisso o offrono la possibilità di dormire.

Vi segnalo questo sito Internet, in lingua francese, dove sono elencate  le Cabane à sucre presenti in Quebec.

Il consiglio che vi do è di visitare uno di questi luoghi durante il periodo di raccolta dello sciroppo poiché organizzano molto spesso laboratori e attività sia per bambini che per tutta la famiglia.

 

Fotografia presa dal web- assenza di copyright

 

Visitarle in altri periodi non sempre è possibile, nelle più grandi e commerciali la probabilità aumenta poiché è  affiancata l’attività turistica  di ristorazione e pernotto!

Noi abbiamo preferito rimandare l’esperienza ad un prossimo viaggio nella stagione di raccolta.

Avevo tuttavia trovato una cabane à sucre aperta per il pranzo e cena con menù fisso ma non faceva particolarmente al caso nostro, eravamo più interessati ad una visita con spiegazione anziché ad un pasto di svariate portate..

Il Canada mi ha fatto innamorare e spero di tornarci presto! Qui le nostre tappe in Quebec. 

Nel frattempo ho comprato i biscotti ma sopratutto lo sciroppo d’acero che addolcisce i miei pancake! La ricetta la trovate qui 🙂

Foto di repertorio dal mio blog di cucina www.zuccherofarina.it
Foto di repertorio dal mio blog di cucina www.zuccherofarina.it

10 thoughts on “Cabane à sucre e sciroppo d’acero. Quebec.

  1. Io sarei ingrassata solo alla vista. Adoro lo sciroppo d’acero sui pancakes e vedere i luoghi nativi di certi ingredienti secondo me è un’esperienza speciale. Mi è capitato in Amazzonia con alcuni frutti che usiamo come superfoods e di cui conoscevo solo la polvere. Vederli e gustarli dal vivo è tutta un’altra cosa.

  2. Ho scoperto che adoro lo sciroppo d’acero proprio da quando mi hanno regalato una confezione con le tre qualità che hai menzionato e di cui neppure io conoscevo l’esistenza. Il mio preferito è l’ambrato che ho provato a mettere nello yogurt e cereali: una vera delizia e bomba calorica. Per questo motivo ho deciso di non leggere (non ancora) la tua ricetta dei pancakes perché so già che non potrei resistere!

  3. Mitico! Lo sciroppo d’acero trasuda Canada da tutti i pori! 🙂 che bella esperienza visitarne una fabbrica produttrice! …e che meraviglia quei pancake così alti e soffici! Vado a vedermi la tua ricetta

  4. Sono cresciuta con i prodotti a base di sciroppo d’acero. Mia madre ha un’amica in Vermont (altro grande produttore di sciroppo d’acero) e ci mandava sempre sciroppo e prodotti a base di sciroppo d’acero.

  5. Nonostante sia stata in Canada tre volte questa è un’esperienza che mi manca. Forse perché ci sono sempre andata in estate, periodo non proprio ideale per questo, come giustamente hai suggerito. Che buono però lo sciroppo d’acero!

  6. Avevo avuto occasione anni fa di assistere alla raccolta dello sciroppo d’acero, però in Minnesota in una realtà non commerciale ma per il consumo familiare. Quindi i lecca lecca non li ho potuti provare!
    Una visita in una cabane à sucre la voglio assolutamente fare quando riuscirò a vedere finalmente il Canada. Tra l’altro se non sbaglio mi pare che alcune abbiamo anche delle camere per gli ospiti tipo b&b, ma magari mi confondo.

  7. Non ho ancora avuto modo di visitare il Canada ma sicuramente è nella mia bucket list. E per quanto riguarda lo sciroppo d’acero, non vedo l’ora di visitare una cabane à sucre, ma ho avuto la terribile idea di cliccare sul link della tua ricetta e adesso voglio fare i pancakes!!! Se ingrasso sappi che incolperò il tuo blog 😛

  8. Io in Canada ci sono stata più volte, e anche durante la raccolta della linfa d’acero che poi diventa sciroppo. La linfa non solo viene raccolta con il ubichino di metallo… sono due i metodi oggi il Bucket ovvero il secchiello apposto all’albero che è il metodo tradizionale e le pipe ovvero le cannucce blu che passano di albero in albero che sono il metodo moderno!
    Le tipologie di sciroppo sono 4 e non tre manca il Very Dark che generalmente viene utilizzato per cucinare, la tipologia cambia in base alla raccolta della linfa più chiara, più dolce e più liquida (tipo miele) quella iniziale per chiudere con più scura più senza. e più amara (tipo caramello) quella finale il Grado A apposto sulla boccetta indica la purezza dello sciroppo e che è stato controllato e certificato in Canada, sul mercato italiano troviamo sciroppo d’acero non puro e non classificato A perché arriva in Europa in altri paesi e viene allungato con zucchero caramello o altro per abbattere i costi. Le Cabane à Sucre non sono visitabili sempre solo quelle storie come la Sucrerie de La Montagne sono sempre aperte le altre aprono solamente durante il periodo del disgelo, la raccolta i Temps des Sucres generalmente non mostrano la produzione ma si va solo a mangiare e uno dei mass è il Maple Taffy! I love Québec

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: