ITALIA LOMBARDIA VIAGGI

Adotta un melo in Valcamonica. Lombardia

In occasione dello scorso week end che ci ha portato in  valle Camonica ho scoperto l’iniziativa adotta un melo, iniziativa che con grande piacere ho scoperto si svolge anche in Lombardia. Stare all’aria aperta e a contatto con la natura scoprendo anche il ciclo della vita è un’esperienza che  ritengo possa entusiasmare molto i bambini.

Anche per chi non ha bambini l’esperienza può essere altrettanto interessante recandosi in un luogo in mezzo alla natura.

Dove adottare un melo

Questa proposta è  gestita direttamente  da un grazioso b&b situato a Boario Terme, il b&b la Teiera. La località è facilmente raggiungibile dall’autostrada A4 Milano-Venezia ma la cittadina è servita anche dal treno.

La famiglia Capitanio coltiva mele dal 1985 e ad oggi conta circa 2000 piante, divise in tre meleti disposti intorno all’abitato di Gorzone, piccola frazione del Comune di Darfo Boario Terme (BS) affacciata sul torrente Dezzo e dominata dal Castello medievale appartenuto alla nobile famiglia Federici.

Dal 2012 l’attività delle mele è strettamente connessa al b&b che qualche anno fa ha lanciato l’iniziativa adotta un melo.

Come adottare un melo:

Per gli ospiti è possibile recarsi nel campo insieme a Franco per imparare ad amare la “vita delle mele” in tutte le sue fasi e partecipare all’iniziativa “Adotta un melo”   che prevede due soggiorni presso il b&b la Teiera:

  • Il primo nel periodo di fioritura a fine marzo e aprile che è uno dei momenti più belli in cui visitare un meleto. In questo periodo è possibile scegliere, grazie al consiglio di Franco, un melo da “adottare” e da personalizzare mediante una targhetta da apporre sul tronco dell’albero.
  • Il secondo soggiorno è nel periodo di raccolta  delle mele nei mesi di agosto, settembre e ottobre dove si ritorna al B&B per raccogliere i frutti del proprio albero. La cassetta di mele raccolta dalla pianta (circa 15 Kg) con le vostre mani sarà il miglior ricordo che porterete a casa!

Tra un soggiorno e l’altro si rimarrà aggiornati sull’evoluzione della maturazione dei frutti, attraverso mail e fotografie.

Costi

L’iniziativa adotta un melo  è inclusa nella tariffa  del soggiorno, è sufficiente concordare i due periodi con il b&b. Trovo sia una proposta particolarmente interessante poichè le tariffe in vigore rimangono le medesime rispetto ad altri periodi dell’anno. La struttura è anche molto bella e confortevole.

Coltivazione della mele

Mi sono recata in visita al b&b proprio per scoprire l’iniziativa e ho incontrato la famiglia Capitanio che ci  racconta:

“I nostri frutti non sono biologici ma utilizziamo solo i trattamenti chimici strettamente necessari, l’ultimo dei quali viene fatto almeno 2 mesi prima della maturazione, in modo da dare al frutto il tempo di smaltirlo prima di essere raccolto. Vengono poi utilizzati metodi alternativi come:

– la “lotta integrata” che prevede l’utilizzo degli insetti utili (come crisope e coccinelle) per eliminare quelli dannosi

– la “confusione sessuale” tramite il rilascio di ormoni che confonde il parassita maschio che non feconda le uova della femmina

– concimazione naturale con letame

– dirado manuale, fatto nei mesi di giugno/luglio per eliminare in un gruppo di 5-6 mele quelle piccole o danneggiate ed avere una resa di maggior qualità

– pulizia di prato e terreno sottostante in modo meccanico (con trinciaerba e decespugliatore) senza l’uso di diserbanti.

Nei nostri meleti coltiviamo 12 varietà di mele che maturano a partire dalla seconda metà di agosto fino alla fine di ottobre con il seguente ordine: Sansa, Royal Gala, Golden delicius, Renetta, Florina, Red delicius, Brina, Granny Smith, Jeromine, Pinova, Fuji, Golden rush.

Ogni varietà ha le sue caratteristiche e per questo accontentiamo i gusti più diversi! La raccolta è fatta a mano e ogni mela è controllata e incassettata in base al suo calibro; la vendita è tutta effettuata al dettaglio sotto casa, in una bellissima cantina restaurata.”

Oltre alla coltivazione..

Una parte del raccolto viene lavorata presso apposite aziende certificate e trasformata in: succhi, confetture, aceto e sidro.

Franco è poi disponibile ad organizzare delle merende in famiglia nel meleto per chi si trova in vacanza o non ha possibilità di  soggiornare per più giorni al b&b.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito ufficiale e per qualsiasi informazione si può contattare direttamente Beatrice che gestisce il b&b.

13 thoughts on “Adotta un melo in Valcamonica. Lombardia

  1. Una bellissima iniziativa oltre che un eccellente modo di pubblicizzare la propria realtà aziendale e il territorio! Lo terrò in cosiderazione per un weekend fuori porta, visto che lì vicino ci sono anche le Terme di Boario se non sbaglio 🙂

  2. Una iniziativa lodevole per avvicinare ed informare i consumatori e una bella occasione per starsene in campagna all’aria aperta a godere della natura.

  3. Io una volta ho adottao un ulivo da regalare a mio marito per San Valentino. Sta lì che cresce beato nella fattoria didattica in cui è stato piantato, con la mia dedica che cresce in altezza assieme ai suoi rami. Le sue olive diverranno olio per i bambini della casa famiglia che sono ospitati nella fattoria. Mai fatto regalo più bello

  4. Avevo visitato Boario Terme da bambina e la ricordo come una cittadina deliziosa. Magari tra qualche anno ci porto il piccolino 🙂

  5. È una cosa bellissima!! Che bravi!! Proprio in generale tutte le iniziative nelle quali c’è in ballo l’adozione simbolica di qualche forma di vita, che sia un animale, una pianta, o anche un pezzo di terra, con conseguente sensibilizzazione… Sono ottime secondo me 😍

  6. E’ un’iniziativa fantastica. La sto cercando anche qui da me nella bergamasca ma finora non sono riuscita a trovare niente di veramente affidabile. Valuterò l’opportunita di andare in Camonica. In fondo non sono troppo lontana.

  7. Che metodo interessante e coinvolgente per valorizzare le coltivazioni tipiche. Me lo sono segnato perchè potrebbe proprio essere interessante per la mia bambina

  8. Che bellissima iniziativa! L’anno scorso ci siamo regalati e abbiamo regalato a mio papà, l’adozione di due ulivi, quest’anno penso replicherò con il melo. E’ davvero una bella cosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: