Alsazia, non solo mercatini di Natale. Parte I

28 Dicembre, prima tappa del nostro week lungo in Alsazia è stata la città di Mulhouse. Siamo partiti da Milano in auto verso le 5:30 del mattino, poco traffico e un cielo che non schiariva mai.. si intravedevano i cumuli di neve a bordo strada in Svizzera ed usciti dal Tunnel del San Gottardo ci ha atteso un’abbondante nevicata. Il tunnel era chiuso per i mezzi pesanti ma le macchine fortunatamente potevano passare..

Raggiungiamo Mulhouse verso le 10 del mattino, senza problemi troviamo parcheggio per strada  e ci dirigiamo verso la zona pedonale, la città sembra ancora dormire. Subito coglie la nostra attenzione un panificio pasticceria dove assaggiamo i bretzel dolci, versione vaniglia e cacao, somigliano a dei biscotti di pasta frolla.  Buoni 🙂 Sotto la cattedrale erano allestiti i mercatini di Natale con la ruota panoramica, molte persone sono indaffarate a smontare le casette.  Questa la foto di Alice

I bimbi erano affascinati da queste decorazioni che adornavano strade, negozi e facciate di abitazioni private. Alice ha colto subito l’occasione di fotografare con la macchina ricevuta in dono da babbo natale.

Dopo una bella passeggiata riprendiamo l’auto. Direzione: Ecomuseo di Alsazia. una cosa simile l’avevo vista dieci anni fa a Stoccolma, lo Skansen museum e mi era piaciuto tantissimo ma torniam in Francia!

Acquistiamo il biglietto per famiglie e cominciamo ad esplorare. Adocchiamo il ristorante e prenotiamo per le 13:30, primo orario disponibile. Insceniamo un piccolo gioco per invogliare Gianluca a camminare  quando lui vorrebbe andare a casa.. ecco cerchiamo la casa perchè stanotte dormiremo qui :)))

Man mano che entriamo e usciamo da queste casette, ricostruzione di un tipico villaggio alsaziano , ci divertiamo sempre di più perchè una casa non va bene in quanto manca un letto, un’altra è troppo vicino agli animali ed ai profumi che emanano ma finalmente  c’è la casetta numero 3, l’ultima in basso a destra nella foto! Gianluca ha scelto il nostro alloggio e vedendo entrare ed uscire tutte queste persone propone di chiudere la porta!

Continuiamo invece la nostra passeggiata e visitiamo la bottega del fabbro, una distilleria, la stazione ferroviaria. E’ ora di pranzo e ci accomodiamo al nostro tavolo, i bimbi senza esitazione scelgono il menù a loro dedicato con patatine fritte, wurstel , succo di mela e gelato. L’assaggiatore, visto il ruolo , prova la tarte flambeé versione gratinata (una specie di pizza farcita con formaggio tipo quark, cipolla e pancetta nella versione base)  e per me, che pensavo di stare leggera, una entrecote con salsa alla birra , insalatina e patate, cosi leggera poi non era e non sono neppure riuscita a finirla. Cibo ottimo e prezzi ragionevoli.

Incontriamo una signora in costume tipico, a me ha ricordato Santa Lucia, che distribuisce dolcetti ai bimbi “saggi”. Terminiamo la nostra giornata al museo  con un giro in calesse.

E’ ancora presto, temo che se ci rechiamo  subito in appartamento i bimbi poi non vogliano più uscire e perciò decidiamo di visitare il piccolo villaggio di Eguisheim, un pittoresco borgo con stradine lastricate e case a graticcio tutte decorate per le festività natalizie. Qui sono ancora allestiti i mercatini di natale situati in diversi punti.

Il sole tramonta e si accendono le luci , l’atmosfera è ancora più magica. Il villaggio ricorda molto quello del cartone Disney de “La bella e la bestia” i cui creatori pare si siano ispirati proprio qui.

La giornata termina purtroppo con un imprevisto, mi viene trattenuto il bancomat in uno sportello automatico.  Raggiungiamo il nostro appartamento , doccia, cena e un sonno profondo!  Domani ci aspetta Colmar, la proprietaria di casa ci ha dato alcune dritte e consigli. Prenotiamo già un ristorante per pranzo e, abbiamo fatto molto bene osservando poi lavagnette e cartelli che fuori dai vari locali indicano “full”..

(Segue..)


3 thoughts on “Alsazia, non solo mercatini di Natale. Parte I

  1. Valentina Serra Gianux Rispondi

    Quanto mi piacciono questi paesini!!! Penso che entrerà nella lista di luoghi da vedere!!!! Mi sembra un set cinematografico!!!! Belle foto!!!

  2. ilgustoinviaggio Rispondi

    Mi hai tolto le parole di bocca, vedendo le tue foto mi è subito venuto in mente un cartone animato e la Bella e la Bestia lo rispecchia in pieno!

    1. Zucchero Farina in viaggio Rispondi

      Si la Disney ha proprio preso spunto da qui. Sono bellissimi questi Villaggi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.