ITALIA SICILIA VIAGGI

Lipari, cosa fare alle isole Eolie

 

Dopo aver lasciato il porto di Milazzo con l’aliscafo e fatto un primo stop per permettere ai passeggeri diretti a Vulcano di scendere è arrivato anche  per noi il momento di sbarcare: eccoci a Lipari. Abbiamo recuperato i nostri trolley  tutti accantonati in determinati punti dell’aliscafo e ad aspettarci al porto c’era la  signora del B&B con un bel cartello.

 

Come vi accennavo, nell’altro articolo, abbiamo prediletto un alloggio al centro dell’isola nei pressi di Pianoconte per godere di una vista unica sul mare e sull’isola di Vulcano, il nostro obiettivo era il relax a discapito della movida. Arrivati al B&B abbiamo lasciato i bagagli e con la Jeep noleggiata insieme alla stanza ci siamo diretti in spiaggia.

 

Le spiagge 

Canneto

La nostra scelta appena arrivati è stata Canneto dove per una decina di euro abbiamo affittato due lettini e un ombrellone per tutto il pomeriggio.  Le acque sono limpide ed è una baia davvero graziosa. Dietro alla spiaggia si trovano dei bar e localini dove poter prendere qualcosa da mangiare e da bere.

Ottima temperatura. Non so dirvi quanti gradi ma io sono piuttosto freddolosa ed ho trovato l’acqua perfetta.

 

Località Acquacalda 

Nella prima giornata intera a disposizione abbiamo scelto la spiaggia di acquacalda, l’idea era di fermarci la mattina lì e cambiare nel pomeriggio ma poi abbiamo scelto di restare prendendo lettini ed ombrellone con il pranzo direttamente sulla spiaggia. L’acqua è limpidissima ed i sassi molto grandi ma con le scarpine da scoglio neppure i bimbi hanno avuto problemi; sui sassi della spiaggia privata vengono  appoggiate delle assi di legno che svolgono la funzione di una passerella.

 

Lipari città

 

 

Da vedere con il suo castello e le varie viette, è  il posto giusto se cercate movimento e un po’ di vita. I negozietti si susseguono così come bar, ristoranti e le tante agenzie turistiche che propongono escursioni organizzate.

 

Abbiamo visto Lipari sia in serata recandoci a  cena dove abbiamo scoperto e assaggiato il pane cunzato ma anche nel pomeriggio rientrando dall’escursione a Salina. Ottimo luogo per fare qualche acquisto tipico nelle botteghe. Tra i prodotti eno gastronomici vi segnalo  la Malvasia, tipico vino liquoroso delle isole ed i capperi.

Casualmente, anzi non proprio, avendo seguito l’olfatto,  siamo giunti in un’antica pasticceria per una golosa merenda.

 

Proprio in città abbiamo acquistato l’escursione  per Salina, i prezzi delle barche sono più o meno similari e e prevedono lo sbarco sull’isola e un paio di soste in rada per il bagno.

 

7 thoughts on “Lipari, cosa fare alle isole Eolie

  1. Che posto, che posti… Le isole Eolie sono da sempre nella mia lista ma alla fine, colpa del marito, d’estate andiamo sempre in Sardegna. E’ arrivato il momento di cambiare un po’, no?!
    Di sicuro non riusciremo quest’anno, ma esigo di andarci presto! Grazie per i consigli!

  2. Sto considerando le Eolie per la settimana di Pasqua ma temo sia ancora freddino per godersi il mare, noi andremo principalmente per fare trekking a Vulcano. In ogni caso i tuoi consigli per visitare le Eolie mi saranno utili per quando andrò.

  3. E poi Stromboli, Vulcano, Salina…ma che meraviglie sono? Peccato siano prese d’assalto in estate. Esprimono il loro potenziale, così come Lipari, nei mesi di giugno e settembre.
    Ho una voglia di mare…..😊

  4. Siamo passati con la nave da crociera da quelle parti e c’era la possibilità di fare un tuffo a Vulcano ma ero alquanto titubante ma devo dire che sono zone che mi danno molta voglia di tornarci per viverle al meglio.

  5. Non sono mai stata alle isole Eolie ma i tuoi articoli mi hanno fatto venire ancora più voglia di esplorare questa bellissima meraviglia italiana. <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: